logo

Un Rally di Spagna….”TERRESTRE”

Il primo week end di Marzo è ufficialmente iniziato il Campionato Europeo Rally storici.skeggia spagna 2013 Primo appuntamento è stato il Rally di Spagna dove io ho avuto l’onore di navigare il Campione europeo “Pedro” a bordo della vettura vincitrice di tale titolo nella passata stagione.
Gara importante con un ospite davvero importante.
Il Bi –Campione del mondo rally ed attuale collaudatore ufficiale Volkswagen Carlos Sainz con seduto sul sedile di destra il suo fido Navigatore Luis Moya Già partecipare ad una manifestazione così importante mi riempiva di gioia ed in più partire con il num 2 , proprio alle spalle di “Re Carlos” contribuiva ancor di più a rendere affascinante questa trasferta. Si parte e si va in Spagna per preparare il rally ad inizio settimana e subito al secondo giorno c’è il primo colpo di scena: La neve Non ci aspettavamo un clima cosi rigido e tantomeno la neve che nei giorni seguenti ci ha fatto davvero tremare perché siamo stati impossibilitati a fare le ricognizioni del percorso perché le strade erano impraticabili. Riusciamo comunque a terminare le ricognizioni ed aspettiamo con ansia il venerdì , giorno delle verifiche , della visione della vettura ( non siamo riusciti a far nemmeno un metro di test prima della gara) , della Fantastica partenza nel centro di Madrid davanti a palazzo reale e …. Alla partenza della prima tappa da Avila , cittadina storica a circa 130 km da Madrid.

Un Rally di Spagna….”TERRESTRE”

Il primo week end di Marzo è ufficialmente iniziato il Campionato Europeo Rally storici.
Primo appuntamento è stato il Rally di Spagna dove io ho avuto l’onore di navigare il Campione europeo “Pedro” a bordo della vettura vincitrice di tale titolo nella passata stagione.
Gara importante con un ospite davvero importante.
Il Bi –Campione del mondo rally ed attuale collaudatore ufficiale Volkswagen Carlos Sainz con seduto sul sedile di destra il suo fido Navigatore Luis Moya Già partecipare ad una manifestazione così importante mi riempiva di gioia ed in più partire con il num 2 , proprio alle spalle di “Re Carlos” contribuiva ancor di più a rendere affascinante questa trasferta. Si parte e si va in Spagna per preparare il rally ad inizio settimana e subito al secondo giorno c’è il primo colpo di scena: La neve Non ci aspettavamo un clima cosi rigido e tantomeno la neve che nei giorni seguenti ci ha fatto davvero tremare perché siamo stati impossibilitati a fare le ricognizioni del percorso perché le strade erano impraticabili. Riusciamo comunque a terminare le ricognizioni ed aspettiamo con ansia il venerdì , giorno delle verifiche , della visione della vettura ( non siamo riusciti a far nemmeno un metro di test prima della gara) , della Fantastica partenza nel centro di Madrid davanti a palazzo reale e …. Alla partenza della prima tappa da Avila , cittadina storica a circa 130 km da Madrid.
Il rally parte e da subito capiamo che un grosso problema sarà la decisione delle gomme,strategia fondamentale per cercare di star attaccato con i denti a Sainz. Osiamo nelle prime 2 prove con una scelta leggermente azzardata dove paghiamo un pochino. Il pilota va molto forte ma a fine primo giro Sainz è davanti di 26 secondi che, analizzando a bocce ferme non sono assolutamente tanti.
Torniamo al parco assistenza di Avila comunque contenti e ci prepariamo per il secondo giro. Nel parco assistenza si respira un’aria frizzante e , parlare con il mio mito di tutti i tempi Luis Moya di gomme e tempi non mi sembra vero.
Carlos Sainz viene incontro alla nostra macchina per guardare la scelta di gomme che avevamo fatto e ironia della sorte , usciamo dal parco assistenza con le stesse conformità.
Nella notte , i due passaggi delle 2 prove ci appagano ancora.
Miglioriamo i tempi e Sainz incrementa davvero di poco il suo vantaggio.
Finiamo la prima tappa con 39 secondi da Sainz e Jensen con la gemella 037 è a più di un minuto da noi. Il sabato si riparte per effettuare le 6 prove rimanenti della gara.
Subito sulla Prima P.S. capiamo che il ritmo c’è!
Arriviamo a fine prova e Carlos ci da 1 misero secondo.
Lo sguardo e il…. Non pronunciare neanche verbo ci fa capire che…..non siamo cosi lontani.
Assistenza a fine P.S. , poco tempo di lavoro e ripartiamo a cannone per andare a fare la prova di Mijares.
Asciutto , bagnato , ghiaccio all’interno delle curve , sale per terra , neve riportata dagli spettatori , sole , vento….beh c’è tutto nei 21 km di prova speciale.
Arriviamo in fondo e….. il cartello dei tempi ci dice che abbiamo vinto la prova!!!
Qui , devo essere sincero, qualche parola è volata!!!
Abbiamo vinto una prova su Carlos Sainz, beh poteva andare peggio! Andiamo sulla terza concentrati e vediamo.
25 Km di prova dove anche qui le situazioni atmosferiche cambiano in maniera rapidissima. Terminiamo la prova e Sainz vince per 4 secondi su di noi.
Uscendo dalla prova comunichiamo all’assistenza via radio che stiamo arrivando e 3 km dopo c’è proprio Sainz che procede lentamente e accorgendosi che stiamo arrivando in assistenza , si ferma.
E si, viene proprio a chiedere il nostro tempo!! Questo gesto mi fa capire che lui non si sta assolutamente risparmiando e sta tirando alla morte per starci davanti.
Mancano 3 prove alla fine e il distacco è di 40 secondi.
Il terzo è il fratello di Carlos , Antonio con un’altra 037 che dopo l’abbandono di Jensen sale di una posizione ma il distacco da noi è importante , più di 3 minuti.
Facciamo l’ultimo parco assistenza con l’intento di andare del nostro senza prendere inutili rischi. Chiudiamo la P.S.8 secondi con una manciata di secondi dietro a Sainz che comunque non molla mai perché non è tranquillo.
Decidiamo di affrontare le ultime 2 prove con ritmo si ma senza strafare e rischiare di buttar via una prestazione fin li molto importante.
Mentalità Campionato e portiamo a casa i punti , questo è stato il pensiero nell’abitacolo in trasferimento. Affrontiamo le ultime due prove concentrati e concludiamo il rally secondi assoluti ma….Primi dei TERRESTRI. L’uscita dell’ultima P.S è la cornice dorata di questo quadro quando , ci fermiamo tutti quanti alle rispettive assistenze e festeggiamo con la nostra assistenza sempre magistrale che risponde al nome di K sport con la partnership del team Francese Milano Racing di quel Patrick Canavese che dopo aver vestito i panni del pilota (con me al suo fianco) ha iniziato la carriera di Team manager.
In più , arrivano i complimenti proprio da quel famoso equipaggio che è entrato nella storia del rallismo mondiale.
Carlos e Luis ci stringono la mano e ci fanno i complimenti per la gara ed ammettono che non è stato per niente facile starci davanti.
Facciamo l’ultimo trasferimento in religioso silenzio con il solo suono del metallico compressore nelle cuffie. Arriviamo ad Avila con un importante cornice di pubblico dove attore principale è Carlos ma, ricevere così tanti complimenti dal pubblico spagnolo ci rende ancora più felici. È stata davvero una bellissima esperienza con emozioni a non finire per pubblico , strade velocissime e parter de roix tra gli intervenuti.
Non mi resta che ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicini, sia materialmente in Spagna e sia in Italia con innumerevoli sms di incitamento.
Ci siamo divertiti e spero di divertirmi ancora e …..seguitemi.

A presto
Skeggia

 

skeggia spagna 2013 skeggia spagna 2013

SKEGGIA - 10100 Torino, Italy | Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | Mappa del sito | Privacy
Powered by Studio 3F srl